Ho comprato RockSound ... e me ne sono già pentito


Erano anni che non compravo una rivista musicale, prima leggevo Metal Hammer, Psycho -di gran lunga il più vario- , Hard! e appunto RockSound. Siccome per il classico week-end (ormai unico spazio rimastomi da vivere -_- ) sono andato a Suviana , un simpatico paesino di una semi montagna (appena ottocento metri o giù di li) dove possiedo una casa -essì io sono ricco eh!- per riposarmi un pò. Prima di immergermi nel verde e nella carnazza alla griglia di mia nonna ho fatto il mio usuale giretto in edicola e tra i vari Rat-Man e GMC che ho comprato c'è scappata pure la rivista musicale.
Ero indeciso su cosa prendere siccome il 70% delle riviste musicali parlano di Metal ( peraltro malissimo) e alla fine avendo da scegliere tra "Il Mucchio" (oh mio Dio aiuto!) e Rock Sound: ho scelto quest’ultimo.
L'avevo comprato altre volte in passato e mi era rimasta l'idea di un giornale discreto che parlava di molti filoni della musica rock…Sicuramente mi ricordavo male, oppure ero talmente sbarbo che allora mi andava bene tutto non capendone una benemerita fava!
Ebbene: mi sono ritrovato impelagato in una rivistucola per quattordicenni in erba che parlava di gruppi di punta quali Meganoidi , Subsonica, Fabri Fibra (!?!?!?!?) e che dava notizie sull’uscità di un nuovo album dei Papa Roach come di un album che dovesse uscire solo per far tornare il gruppo alla ribalt e dell’uscita di Igor Cavalera dai Sepultura come se a qualcuno fregasse qualcosa siccome tutti sanno che da quando Max ha lasciato il colpo non se li fila più nessuno e producono dischi tanto per fare con un cantante non all’altezza (ma come biasimare Green quando ha dovuto prendere il posto di una leggenda del glowl come Cavalera?) e dei pezzi insapore senza groove alcuno.
In più uno specialone sul Gods of Metal in cui i rimanenti guns and roses ( Dizzy e Axel ) cercano disperatamente di tornare in auge per qualche ora con i vecchi classici e poi Deftones e Wolfmother, simpatico gruppo rock del mese che Rocksound ha misteriosamente deciso di eleggere a nuova grande promessa della musica. Il pezzo contenuto nel bruttissimo cd allegato (fatta eccezione per Peeping Tom di Mike Patton , grandissimo Patton!!!) non era malaccio ma i toni con cui se ne parlano nel giornale sembrano quasi della serie : “hey sveglia abbiamo trovato i nuovi Rolling Stones!” .. ma per piacere.
Comunque fin qua tutto nella norma , non ti puoi aspettare troppa serietà da una rivista di sto tipo alla fine, si vede che è dedicata a ragazzi giovani più che altro.

Quello che però mi ha lasciato a bocca aperta è una giornalista –probabilmente part-time- , tale Evita Salvadego (immagino nome falso per non farsi riconoscere in giro! :P ) che spero proprio sia la figlia adolescente di qualche recensore adulto. Questa signorina mi scrive due recensioni una peggio dell’altra.
Già dai nomi dei gruppi potrete capire il perché siano finiti proprio sotto la sua supervisione: Escape the Faith - There's no sympathy for the Dead e Merendine Atomiche - Raw (uahuahuah) , il primo suona NEW ROCK (non s'è ancora capito cosa sia) , il secondo metal.
Nella prima recensione esordisce subito con un bel:

“ "Si! Si! Si!" ho pensato. appena è partito il disco degli [...], in fondo, mi son detta, se fan parte della scuderia Epitaph (che culo , ndPhil) non possono che essere dei FIGACCIONI ”

. Ora … io non dico di non usare un tono colloquiale , ma una che mi comincia una recensione di MUSICA con un osservazione sull’aspetto fisico dei musicisti già mi fa scendere la catena in partenza.

"...Quanto odio le pettinature Emo-kid"

Se poi inizia a farmi anche una digressione sulle PETTINATURE EMO-KID (CHIII!?!?! Ma che Cristo stai dicendo ciccia?! Dio quanto tempo sono stato via dai trend musicali…. E MENO MALE!!! :D) dei musicisti…allora cadiamo proprio nel ridicolo.
In poche parole per 3\4 di recensione questa ha parlato di quanto sono fighi i tizi che suonano l’album e che odia le pettinature da emo-cosi.
Proseguo con la lettura di altre recensioni più o meno decenti ( e dopo quella li erano TUTTE decenti) sui generi più assortiti ( divisi in rigidissime categorie etichettate alla perfezione , altra cosa che detesto nei giornali di questo tipo perché poi secondo me il bimbo che legge cresce con dei solidi paraocchi intorno e si fossilizza sul suo genere senza crescere e sperimentare altro) .
Arrivo alla sezione metal e chi ti ritrovo? Ancora lei : la famigerata EVITA SALVADEGO!! ( Dov’èèè Evita Salvadego??! Ah no quella era Carmen Sandiego scusate! :P ).
Questa volta è alle prese con un gruppo che le darà del filo da torcere sin dal nome: LE MERENDINE ATOMICHE!!!
Esordio della recensione:

“Il nome, talmente geniale che è piaciuto anche a mia madre!”

Ora…a me che cazzo me ne frega se piace anche a tua mamma? Io son qua per leggere un’opinione esperta positiva o negativa su un disco, non per sapere se a tua madre piacciono le merendine! Anche a me piacciono i bomboloni ma non è che lo vado a dire al mio capufficio mentre parlo di lavoro…
Sarà ma secodo me non è un caso che venga nominata sua madre, questa Evita dev’essere piccina davvero :P
Il tutto procede con una bella esegesi sul booklet del cd raffigurante interessantissimi e soprattutto fondamentali culi di mucca e covoni di grano.
Ciliegina sulla torta ( almeno per quanto mi riguarda ) un’infelicissima uscita sui metallica (in sede Merendine Atomiche poi, che già accostare sti due nomi è alquanto blasfemo -_- ) in cui la nostra eroina irrompe in uno dei luoghi comuni musicali più gettonati di questo decennio:

“...e con qualcosina dal suono Metallica (prima maniera,s'intende, mica voglio offendere)”

… Offendere? Offendere chi ciccina? Le Merendine Atomiche penso abbiano orecchie per ascoltare anche capolavori come …And Justice for All oltre che dischi buoni ma profondamente immaturi ( proprio come te ) come i primi Kill’Em’All e Ride the Lighting. Comunque senza soffermarmi a fare il fan dei metallica che comunque di porcherie in disco ne hanno fatte e lo dico anche io … come puoi TU che non sai manco parlare di musica senza uscire dall’argomento sparare sentenze su leggende musicali e soprattutto …. Scrivere in via ufficiale per una rivista di Musica?!?!?


"I critici musicali sono persone che non sanno scrivere che intervistano persone che non sanno parlare per un pubblico che non sa leggere".
Frank Zappa

E fu così che l’ultimo RockSound della mia vita arrivò alle ultime pagine con un articolo sugli skaters ( … o_o ma perché!? Perchèèèè?!!? ^O^) prima di finire nello scatolone insieme a postal-market…
Ho comprato RockSound ... e me ne sono già pentito Ho comprato RockSound ... e me ne sono già pentito Reviewed by Luca Lorenzelli on 7/18/2006 Rating: 5
Powered by Blogger.