Chiuso per Londra

31 Dicembre 2008
ore 18:40

Sebbene sia già provvisto delle usuali mutande rosse , per me quest'anno i festeggiamenti del capodanno cominceranno con un pò di 'jet-lag'. Alle ore 06:55 Am del 1 Gennaio 2008 infatti mentre ancora qualche alcolista starà festeggiando l'anno nuovo , io mi imbarcherò su un Boeing 747 per raggiungere Gatwick uno dei cinque aeroporti di Londra (il più lontano, manco a dirlo) alle ore 9 e qualcosa ora locale. Ammesso e non concesso che stasera farò il brindisi e tutto il resto 'in famiglia' la vera festa per me comincierà appena toccherò , nel senso letterale del termine, il suolo Britannico.
La mia fottuta paura di volare infatti mi sta bloccando in queste ore tutti gli arti , pene compreso (lol) e non vedo veramente l'ora che tutto questo sia finito per potermi godere una delle città più belle del mondo , farmi la foto mentre attraverso Abbey Road e ridere davanti al grattacielo Swiss Re, il cosidetto cetriolino sessuale, 'capolavoro' di architettura moderna a forma fallica che si sono inventati gli inglesi. Passeggiare a -2° per il Millennium Bridge e comprare puttanate in Oxford Street. Sono preparatissimo. Come al solito prima di ogni viaggio conosco la città ancora prima di visitarla e il mio compito sta nel non far perdere la mia ragazza che scarseggia in quanto a senso dell'orientamento. Ma prima di buttarmi nei mercatini di Camden Town e sostare in Piccadilly devo affrontare questa grande paura...solo questa mi blocca. Certo dopo aver visitato il sito pauradivolare.com e md80.it mi sento un pò più preparato -e dire che in aereo ci sono già stato due volte ma la paura di una turbolenza improvvisa mi rimane sempre-. Dopo aver letto le quattro regole di quelli di md80.it poi mi sono scompisciato dalle risate, con tutto il rispetto pensare al fatto di migliaia di altri sfigati come me che in volo si ripetono "l'aria è dura e l'aereo è un pullman" mi ha portato davvero a grosse risate... prima. Quando sarò 'sù' scommetto che riderò di meno. Ma in effetti è vero che le statistiche parlano chiaro e che l'auto è tantissime volte più pericolosa dell'aereo...Sta di fatto che siamo uomini e come tali siamo nati senza ali e cioè siamo animali da terra.. non da acqua, non da aria, ma da terra...Confidando però sul fatto che siamo anche molto adattabili spero in bene e mi consolo pensando che ogni giorno milioni e milioni di persone viaggiano tranquillamente in aereo per lavoro o per piacere e che solo un millesimo di questi hanno avuto qualche incidente. Bravo Luca ripetiti ste cose... ok ... va bene , va tutto bene... se poi il viaggio dura poco va anche meglio... Mi attaccherò la foto del Papa che bacia la terra davanti al seggiolino a sto punto e penserò che l'aria è dura ... tanto dura. :|
Pensa a Buckingam Palace , al London Eye (che tra l'altro è della British Airways), pensa che ci sei già andato e che non è stato niente di esagerato l'aereo, anche se hai baciato più volte il terminal una volta sceso. Ok . Sono pronto! No, non lo sono per niente ... ma va bene così. Alla fine è sempre meglio che andare a lavorare no?

Ci rivediamo qui tra una settimana ;)
Chiuso per Londra Chiuso per Londra Reviewed by Luca Lorenzelli on 12/31/2007 Rating: 5
Powered by Blogger.