Benvenuti nell'età dei Giudicanti


Caparezza o Rezzacapa che dir si voglia parlava dell'età dei figuranti , quelli che devono apparire ad ogni costo , a sottolineare come in una società come quella odierna sia più importante apparire che essere. Concetto che condivido appieno.
Certo che però ce la caviamo benissimo anche come giudicanti , che ne dite
Basta un semplicissimo passettino fuori dal cerchio di ciò che è considerato 'normale' , basta anche solo uscire di qualche metro dalle convenzioni standard a volte. Non è necessario per forza strafare ed arrivare in ufficio con una cresta rosa , per dire.
Ve ne racconto una che mi fa sempre sorridere : molti di quelli che conosco trovano strano che io fumi tabacco sfuso anzichè sigarette 'standard' in pacchetto , alcuni mi dicono "ma perchè fumi quella roba ma comprati un pacchetto di sigarette normale" , quando in realtà sto fumando un tabacco senza additivi , usando cartine ultra sottili ,  riducendo del più del 50% la quantità di fumo giornaliero grazie a sigarette molto piu corte con molto meno tabacco e rullate bruciando la carta in eccesso. Questo senza togliere che abbatto i costi del 70% , siccome un 40g di tabacco mi costa poco piu di un pacchetto da 20 sigarette  ma che il tabacco lo compro , in media una volta ogni due settimane , mentre quando fumavo 'normalmente' mi sparavo fisso un pacchetto al giorno. Insomma... fatevi un pò i conti.
Eppure è piu 'strano' vedere uno che si rulla una paglia e magari la fa su a bandiera bruciando la carta in eccesso che uno che si butta in corpo 1 pacchetto di merda al giorno pagando e fumando 3 volte tanto no?
Mi ricordo ancora quella ormai vecchia canzone , come si chiamava ? Quella dei Vernice mi pare.. "strano io , strana questa vita.." . Quella canzone allora non la capivo neanche troppo bene , ero troppo piccino per certi ragionamenti , ma a posteriori eccola qua che la capisco al primo ascolto.... che poi , a dire il vero , tutto varia dall'ambiente che frequenti.

Molte volte poi mi rendo conto che alcune delle abitudini socialmente accettate sono tra le piu sbagliate.
Un luogo su tutti dove questo genere di  cose si notano parecchio?  L'ufficio.
La partria del luogo comune ,del ricatto sociale e  il ricettacolo della falsità tra rapporti umani per eccellenza,  dove spesso la gente tende ad assomigliarsi (probabilmente lo fa anche per difesa) piuttosto che a differenziarsi come tutti gli esseri umani dovrebbero fare. .

Ci sono abitudini comuni,  stili di vita socialmente accettati o semplicemente gesti e comportamenti necessari  che quando vengono a mancare ti fanno risultare in un qualche modo 'particolare', spesso nel senso piu negativo del termine .
Basta davvero la minima cazzata per essere giudicati oggi.  Vai a letto tardi e ti svegli con le occhiaie peste? Boh , sarai un drogato. Esci dopo il tuo orario di lavoro per andarti a fare la tua vita senza fare straordinario? Sarai un lavativo. Posso andare avanti all'infinito..
Non mi piace molto ma è così, cerco di interpretare al meglio la mia parte da medio-man come tutti, tanto per ridurre al minimo reazioni diciamo fastidiose , ma ciò che è certo è che sono quello che sono e vi posso assicurare che finche campo lo rimango. Fieramente.
... Cosa sono? Me. Sic et sempliciter. Me , senza se e senza ma , e se questa discarica culturale dove viviamo lo accetta , bene. Altrimenti se ne farà una ragione.
Certo che tra interpretare un ruolo , indossare la famosa mascherina , per convenienza ed esserlo davvero c'è una bella differenza, e difatti una delle cose di cui ho sempre avuto il terrore è  indubbiamente quella di diventare come certa gente che non interpreta nessuna parte o che , peggio , si è talmente abituata ad interpretarla che è finita per essere veramente così...
vuota.
Spesso poi certi individui cercano di sminuire la propria pochezza puntando l'indice sulle abitudini e le personalità altrui .
Sarà invidia? Complesso di inferiorità? Mah, un mix tra le due direi, che porta spesso a creare frustrati da manuale , che giudicano tutti e tutti sulla base di convenzioni che neanche un bambino dell'asilo potrebbe prendere per assolute. Diciamo che sono uno dei tanti ottimi prodotti della nostra società.
La cosa certa è che li riconosco ad occhio ... e non li invidio per niente, poveretti.
Dev'essere triste andare a dormire la sera avendo come unici valori quelli imposti da una società basata su puttanate .
Fortunatamente joinare il club dei giudicanti è un giro che passo , diventare una suocera col dito sempre puntato è un'aspirazione che fortunatamente non ho mai avuto...
Come diceva il buon Jobs:  Stay Hungry , Stay Foolish!

E come finire un post così poco convenzionale se non con una canzone altrettanto poco convenzionale ma molto 'a tema' ? 

Spit by Sepultura on Grooveshark

Live your life , leave me alone.


Benvenuti nell'età dei Giudicanti Benvenuti nell'età dei Giudicanti Reviewed by Luca Lorenzelli on 12/10/2011 Rating: 5
Powered by Blogger.