Un illuso dichiarato

Sono proprio un idiota. Sono un illuso. Uno che ci crede ancora nella giustizia, uno che vede ancora un barlume di speranza per questo paese.
Uno che pensa che arrendersi alla corruzione non sia la soluzione ma l’origine del problema.
Sto parlando di politica? Si sto parlando ancora una volta di politica. Ed è impressionante che IO lo faccia. Qui poi. Su un blog che per otto anni, quasi una decade, ha parlato di musica, di videogiochi, di software, di tutto…meno che di politica.
Cosa è cambiato in fondo da allora ad oggi? Beh molti stanno dicendo “niente”.  Io non sono d’accordo, qualcosa è cambiato! Ed è cambiato a partire dal fatto che uso il mio blog per scrivere quello che penso su fatti politici. E’ roba da ridere? No non lo è, conoscendomi non lo è. Riportare nella gente interesse verso la politica è una grande cosa già di per se. 
La verità su di me? Sono stato scettico sul votare M5S sino a dentro l’urna elettorale. Sono stato scettico persino sull’andare o meno a votare. Il dilemma più grande è stato “PD o M5S”?
 Intorno avevo le tv e le radio se non anche i quotidiani ufficiali che mi rimpinzavano la testa di Favia Favia Favia, di Nuovo Dittatore di Scientology all’italiana. Ne hanno dette, e ne diranno, di tutti i colori ma queste cose non mi scalfivano più di tanto.
Quello che mi scalfiva invece, quello che mi stava per fare votare PD era l’eccessiva generalizzazione delle affermazioni ‘grilline’, questo voler fare di tutta l’erba un fascio (littorio, mi chiedevo?), questo voler semplificare le cose a tutti i costi ed a volerle ridurre ad un semplicistico Buoni (m5s) contro Cattivi (pd&pdl uniti sottobanco).
 Ero dubbioso perché so che solo nei film (e neanche in tutti ormai) esiste questa rappresentazione del Bene contro il Male e che la realtà è fatta di sfumature.
Il risultato finale è che, per scarsa fiducia verso il sistema vigente che ho sempre visto e continuo a vedere come un ‘regime dittatoriale finto-democratico’ , ho dato il mio voto al Movimento 5 Stelle.
Non è stata una scelta presa alla leggera ne una scelta fiera di se stessa. Era una scelta dubbiosa in tutti i casi. Poche ore dopo lo spoglio, dopo aver constatato quell'incredibile risultato, vedo Grillo sul blog che parte davvero in quarta contro Bersani e la prima cosa che mi viene da pensare è “che cazzo sta facendo”.
Per i primi giorni sono quasi deluso del mio voto e ‘abbocco’ un po’ al lancio del fango che i media avevano già cominciato contro i 5 stelle.
Come tanti penso che si stia sprecando una buona occasione e  firmo addirittura la petizione perché Grillo faccia l’accordo con Bersani. Ogni giorno che passa mi convinco sempre di più di aver votato un movimento SEMPLICEMENTE OTTUSO ed INCONCLUDENTE.
In mezzo a tutto questo trambusto e scambio di insulti tra Grillo e Bersani però comincio anche a maturare un odio profondo verso la Stampa che agisce più come una stampa di regime fascista che come una stampa libera. Vedo l’ipocrisia della Classe Politica attuale e dei loro zerbini: i giornalisti venduti.
E su questo mi ritrovo quindi a prendere una posizione netta a favore di quello che ha sempre affermato Grillo sullo stop ai fondi pubblici verso i Giornali.
 Il lancio del fango mediatico contro i 5 stelle agisce su di me al contrario di come agisce sulla stragrande maggioranza delle altre persone: più fango tirano sui 5 stelle più sono contento di votare 5 stelle.
Se tutti ragionassero come me forse oggi nessun giornale parlerebbe in modo fazioso sui 5 stelle.
Dall’altra parte però ricordo sempre la mia teoria sulle generalizzazioni troppo estreme di Grillo e m5s sul PD e quindi rimango in quella sfera di indecisi sulle sorti del proprio voto…E rimango di questa idea (odio per la stampa di regime a parte) fino al momento cruciale: ovvero quello della proposta di Stefano Rodotà.
Il candidato 5s a Presidente della Repubblica Italiana è un uomo di sinistra! Presentato tra l’altro in video da un Beppe Grillo stranamente e finalmente contento e pacato verso Bersani e che afferma “ora votate Rodotà e poi possiamo parlare del futuro!” In quei giorni mi si accende la speranza e mi ripeto che, finalmente, avendo Grillo proposto un candidato di sinistra come Rodotà , in pratica il PD lo avrebbe votato ad occhi chiusi.
Perché il PD è di sinistra…giusto?
E io ci credevo! Come tanti elettori di m5s e di PD CI CREDEVO. Invece Bersani propone Marini. Come? Sono sbalordito. Alle votazioni non riesce a passare, allora il PD che fa? Propone Prodi. Ma come. Prodi è l’antiberlusconi ma anche Rodotà lo è, e Rodotà vince sicuramente con l’appoggio di PD e M5s insieme. No. Non passa neanche Prodi e alla fine?

Napolitano e governo PD+PDL. 

No. Tutto questo è umiliante. Le persone si riversano in piazza a Roma, sono persone di diversi partiti e sono tutte oscenamente sconvolte da ciò che è accaduto.
In quel momento, in quel preciso istante, da ‘grillino moderato’ o addirittura da ‘quasi elettore PD’ sono diventato il grillino più stronzo e oltranzista del pianeta terra.
Come posso mentire a me stesso?
Come posso fare finta di non vedere che alla fine Grillo,che tanto generalizzava, aveva ragione, che alla fine: sono tutti uguali?
Si sono arroccati in parlamento, stanno attaccati alle sedie del potere perché ad altro non tengono nella loro miserabile esistenza.
Sono contento che SEL si sia staccata e spero che col tempo anche la parte non ancora del tutto marcia del PD si stacchi e diventi qualcosa di VERO.
Intanto io resto, elettoralmente parlando, in quello che ormai identifico come il mio vero portavoce politico a tutti gli effetti, come la mia voce se io stesso fossi in parlamento: la voce di un cittadino che non ne può più dell’assuefazione alla corruzione di alcuni elettori che ancora oggi non riescono ad aprire gli occhi.
Ora come ora rivoterei movimento 5 stelle, ma questa volta lo farei con sicurezza e senza dubbio di fare, in questo momento,la scelta migliore.
Devono essere mandati a casa e sostituiti con altre persone non ancora corrotte, con le buone o con le cattive…E il movimento 5 stelle adesso come adesso per me rappresentano "le buone".
Sono proprio un idiota quindi.
Un idiota che crede ancora in qualcosa, non se ne vergogna e lo scrive pure in pubblico ogni giorno,appena ne ha occasione.
Grillo e Casaleggio non mi hanno indottrinato, nessuno comanda il mio cervello e il mio campanello critico è sempre attivo verso sopratutto il movimento 5 stelle, perché anche io come tanti vorrei delle spiegazioni sulla evidente carenza di democrazia interna nel M5S…Purtroppo però per i politici della vecchia guardia, io credo di saper mettere le cose sul bilancino e saper dare loro il giusto peso.

Il peso della responsabilità tende sempre verso di voi, cari PD e PDL, quello del M5S per ora è una piuma in confronto al vostro,
e potrete usare tutti i giornali e talk show parolieri che volete, ma non mi convincerete mai che siete un valore da mantenere e che gli altri sono un’erbaccia populista da estirpare per la libertà della democrazia.
Siete falsi e avete finito di prendermi per il culo. 
Io sarò proprio un idiota a credere ancora in qualcosa nel 2013 in Italia, ma chi,ancora oggi, crede in questa classe politica per me è il vero responsabile dello sfascio di questo paese.
Cito V Per Vendetta, uno di quei film che viene spesso accostato negativamente al m5s:

 “Di chi è la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate un colpevole.. non c'è che da guardarsi allo specchio.” 

Spero vivamente di sbagliarmi (non lo escludo) ma nascondersi,oggi come ieri,dietro la parola populista e dietro un presunto galateo politico (2 delle critiche più forti contro i m5s) usando questi due perni per continuare a votare PD e PDL  è come rassegnarsi e girarsi dalla parte opposta invece di affrontare i problemi a viso aperto...
Sono schierato? Ora si: finalmente grazie a loro lo sono! 
Non perché ‘noi dei 5 stelle siamo i migliori’, (di difetti ne hanno eccome!)
non perché ‘amo beppe grillo’ (mai stato un cieco idolatore del personaggio)
non perché ‘mi informo solo sul blog di beppe grillo’,  (purtroppo li leggo TUTTI i giornali)
non perché ‘il movimento 5 stelle ha sempre ragione’,  (emerita stronzata, ci sono punti molto poco approfonditi nel loro programma)
non perché ‘voglio uscire dall’euro
nessuna di queste stronzate...
ma perché per ora sono sicuro di una sola cosa:
"DEVONO ANDARE TUTTI A CASA".
punto e basta.
Un illuso dichiarato Un illuso dichiarato Reviewed by Luca Lorenzelli on 5/02/2013 Rating: 5
Powered by Blogger.