Il Faro della Vittoria, Palmanova ed altri potenziali sprecati


link: Articolo de Il Piccolo

Sono stato in visita a Trieste pochissimi giorni fà e volevo appunto salire su questo faro monumentale alto quasi 70 metri, posto su una collina dalla quale si dovrebbe godere una vista stupenda su tutto il golfo di Trieste.
Arrivato al cancello, deserto, trovo un foglio A4 attaccato sull'ingresso che informa appunto che il faro è chiuso per mancati accordi tra Provincia e Marina.
Ovviamente sul sito internet, che ha l'aria più amatoriale che turistica, non si fà cenno a questa chiusura.

Subito dopo mi reco in città per cercare un'altra famosa attrazione di Trieste, ovvero la tramvia che va dalla città di Trieste a Villa Opicina.
Arrivo presso la piazza da cui dovrebbe partire il tram e sull'ennesimo cartello su foglio A4 apprendo che il servizio è stato sospeso per manutenzione.
Entro nell'edicola-biglietteria in cui mi confermano "se,manutenzione: è fermo da luglio 2012".

Tutto ciò per dire che?

Che in Italia abbiamo oro che cola dal punto di vista turistico e non abbiamo le capacità e le politiche adatte per valorizzare e sponsorizzare il nostro patrimonio. 



Palmanova

Forse io penso un pò troppo in grande eh, ma secondo me in Italia abbiamo dei posti che sarebbero delle miniere d'oro se gestiti e sponsorizzati come si deve. Senza tirare in ballo le più famose Venezia,Roma,Firenze che ovviamente sono i punti caldi del turismo italiano, anche nel piccolo abbiamo dei veri e propri gioielli che sono, secondo me, potenziali inespressi. Ti faccio un esempio, magari un pò estremo: ieri siamo finiti anche a Palmanova che era di strada, un paese-fortezza che dall'alto si presenta come una stella a 9 punte. 
Visitandola dall'interno non ci si rende bene conto e non si ha un gran impatto visivo, ma ad avere un elicottero si. Lo sai quale sarebbe la prima cosa che farebbe un americano a Palmanova? Andrebbe ad un 200-300mt dalle mura e costruirebbe una torre di almeno 40 metri con ascensore (anche per disabili) al solo scopo di creare una terrazza panoramica (con negozietto e ristorante annesso ovviamente) per permettere ai turisti di godersi il colpo d'occhio di Palmanova. 
Questa è fantascienza in Italia, dove non si riesce neanche a tenere aperto il Faro della Vittoria a Trieste, ma in un altro posto l'investimento in strutture di tipo turistico sarebbe quasi fisiologico!

Ricordo nei miei due viaggi negli USA di aver notato quanto invece da quelle parti sappiano venderti e valorizzarti anche il niente.



Usando un francesismo:
Negli stati uniti ti riescono a vendere anche la merda come fosse cioccolata
In Italia invece abbiamo la cioccolata e la trattiamo,il più delle volte, come la merda.








Il Faro della Vittoria, Palmanova ed altri potenziali sprecati Il Faro della Vittoria, Palmanova ed altri potenziali sprecati Reviewed by Luca Lorenzelli on 6/10/2013 Rating: 5
Powered by Blogger.