Open Grave (2013) - recensione e trama del film horror [no spoiler]

La recensione con trama del film horror Open Grave di . Un film horror streaming che parte da A e finisce a Z...di Zombie.

Caro? Ti ricordi quella fossa comune vista mare che abbiamo visto su AirBnB?
 Nell'avvicinarmi a questo film horror temevo seriamente il classico effetto  "cagatissima" sempre ben presente nella florida produzione di questo genere. 
Tuttavia devo dire che questa volta mi è andata di lusso perchè il film in se non è per niente male.
La trama è di quelle che ti fanno scoprire tutto poco alla volta e che parte come un vero e proprio didascalico mindfuck: un uomo ( interpretato da , già visto in Maleficent, come Murdok nel remake di A-Team ma anche e sopratutto in District 9) si sveglia di soprassalto in una profonda fossa comune (ma guarda un pò) piena zeppa di cadaveri in stato di decomposizione sotto una fitta pioggia battente.
Non è una barzelletta macabra ma il riuscito 'kickstart' di Open Grave.
Erin Richards
Dopo essersi scrocchiato le ossa ben bene, quasi come fossero cracker  il nostro  fortunato protagonista si rende conto di non ricordarsi minimiamente come sia finito in mezzo a quella poltiglia umane e, problema un cicinin più grande, realizza di non avere neanche  la minima idea di chi diavolo sia.
In quel momento però, il tanfo dei cadaveri attorno a lui ha stranamente la precedenza e di li a poco, grazie ad un piccolo aiuto esterno, riesce ad uscire dalla fossa. 
Subito dopo farà conoscenza con altre cinque amabili persone che come lui si sono risvegliate nei paraggi senza memoria alcuna della loro vita passata. Una per di più è muta e parla solo cinese. Che spettacolo.
Siccome però il privilegio di risvegliarsi nella fossa piena di carcasse l'ha avuto solo uno giustamente gli altri muoiono d'invidia e cominciano a sospettare che l'ultimo arrivato sia più attore che pedina del gioco.


Mentre fanno conoscenza sfanculandosi reciprocamente cercano anche di ricordarsi cosa hanno fatto delle loro vite sino a quel punto. Ad interrompere le loro adorabili sinergie ci penseranno presto dei simpaticissimi esagitati che paiono esser, per violenza ed irruenza, usciti da 28 Giorni Dopo.
Da qui in poi il rapporto tra i personaggi si fa sempre più oscuro in quanto, giustamente, nessuno si fida di nessun'altro e per lo spettatore questo si traduce in mille domande interessanti ed in attesa di risposta: perchè sono li? chi è buono e chi è cattivo? Chi finge e chi davvero non si ricorda nulla?
Dite la verità, già così non è interessante? Se la sono giocata bene.
Il carico psicologico e l'intreccio tra i personaggi principali, tra cui la bella Sharon (Erin Richards, già vista come compagna dell'ispettore Gordon nella serie tv Gotham), è ben strutturato ed alla fine della pellicola tutto torna. E meno male. Il fatto che tutti gli eventi e gli intrecci raccontati alla fine trovino un loro senso filologico e temporale non è affatto scontato, visto che in molti film horror si tende ad esagerare mettendo troppa carne al fuoco allo scopo di 'catturare' lo spettatore, per poi di punto in bianco lasciare le cose a metà o a finirle in modo raffazzonato e nonsense (che è ancora peggio) col risultato spesso disastroso, di far crollare in due nanosecondi tutta quella complessa impalcatura narrativa costruita fino a quel punto.

"sto na favola\im na fable"
Il film horror in questione invece  procede con vari flashback dei protagonisti che faranno loro tornare  graduatamente la memoria e renderanno edotto lo spettatore step by step,   guidandoci verso un finale che personalmente mi ero figurato, fino a metà film circa, totalmente diverso. 
Il set dell'ambientazione, le scorte di cibo, le armi rigonfie di munizioni ritrovate in casa e le telecamere in alcune aree mi hanno fatto dapprima 'temere' che fossimo di fronte all''ennesimo film sugli snuff movie o su certe libere interpretazioni cinematografiche dei reality show (mi viene in mente, ad esempio, un My Little Eye). 
Non è così invece, ed è una lieta sorpresa (almeno per quanto mi riguarda).

DISTRIBUZIONE
Open Grave è disponibile in lingua italiana su Amazon sia in DVD che in Blu Ray. Se non erro sia la versione BD che DVD sono però prive di contenuti speciali. Forse è anche per questo che li prezzo è molto basso ed è addirittura più basso nella versione BD che in quella DVD


trailer di Open Grave
 

Open Grave (2013) - recensione e trama del film horror [no spoiler] Open Grave (2013) - recensione e trama del film horror [no spoiler] Reviewed by Luca Lorenzelli on 8/19/2015 Rating: 5
Powered by Blogger.